fbpx

QUINDICESIMO INCONTRO CON IL VATE NELLA SERIE “D’ANNUNZIO E GLI ALTRI”

AL  MEDIAMUSEUM ‘D’ANNUNZIO E LEOPARDI’

Giovedì,  17 novembre 2016 – ore 17,30 

Nell’ambito del ciclo di incontri D’Annunzio e gli altri, promosso dalla Fondazione Edoardo Tiboni per la cultura e dal Centro Nazionale di Studi Dannunziani, giovedì, 17 novembre, ore 17.30, presso il Mediamuseum, si terrà la conferenza D’Annunzio e Leopardi, con la partecipazione di Andrea Lombardinilo, docente all’Università G. D’Annunzio e attento studioso sia di d’Annunzio che di Leopardi, ai quali ha dedicato di recente importanti contributi critici.

D’Annunzio, come opportunamente ci ricorda il prof. Lombardinilo, non ha mai annoverato Leopardi tra i propri riferimenti  poetici, nonostante la frequentazione giovanile con i versi del Recanatese. Troppo distante per temperamento, interessi, poetica, condotta di vita, come d’Annunzio stesso  ebbe modo di dichiarare più  volte alla stampa. Come dimostrato da alcuni importanti critici, il  leopardismo dannunziano si potrebbe ridurre a un ipotetico gioco di  rimandi e allusioni, che si traduce raramente in un dialogo poetico a  distanza da parte di d’Annunzio. Accomunare i due scrittori,  piuttosto, è il mai sopito amore per i libri, testimoniato soprattutto  dalle rispettive biblioteche. E’ tra gli scaffali di Recanati e quelli  del Vittoriale che è possibile seguire la maturazione di due percorsi  intellettuali differenti ma insospettabilmente contigui, maturati nel  segno dello studio “matto e disperatissimo”. La serata, coordinata da Dante Marianacci, presidente del Centro Nazionale di Studi Dannunziani, sarà allietata dagli intermezzi musicali degli allievi del Conservatorio Luisa d’Annunzio di Pescara  e dalla lettura di brani dalle opere di d’Annunzio e Leopardi che verranno prese in esame.

Ingresso libero

ANCORA NESSUN COMMENTO

I commenti sono chiusi