fbpx

RADIOTERAPIA DEI TUMORI DEL SISTEMA NERVOSO, A CHIETI ESPERTI DA TUTTA ITALIA

Un appuntamento di rilevanza scientifica nazionale nel campo della Radioterapia Oncologica e Diagnostica per Immagini si terrà a Chieti presso il Campus Universitario giovedì 26 e venerdì 27 febbraio prossimi. Avrà luogo infatti proprio nell’Ateneo teatino la 13^ Edizione consecutiva dell’Incontro con gli Esperti che tratterà argomenti di notevole rilevanza scientifico-oncologica e di strettissima attualità come ”Appropriatezza dell’Imaging nella Diagnostica e Radioterapia dei Tumori del Sistema Nervoso e Testa Collo”. Il Convegno  richiamerà a Chieti un team di docenti, relatori e moderatori in ambito diagnostico e medico-oncologico (radiologi, radioterapisti, fisici sanitari e figure professionali esperte di management sanitario) di fama nazionale. Mentre nelle edizioni passate le tematiche erano focalizzate sullo state dell’arte e sui progressi delle principali patologie tumorali da un punto di vista più strettamente terapeutico, la tematica di questa edizione inaugura, partendo dai Tumori del Sistema Nervoso e Otorinolaringoiatrici, una serie particolarmente dedicata al notevole e progressivo sviluppo tecnologico che ha contraddistinto sia la fase diagnostica sia in particolar modo lo sviluppo della moderna Radioterapia nell’ultimo decennio. “L’Imaging al servizio di una Diagnostica morfologica e funzionale sempre più precisa nella stadiazione e caratterizzazione morfologica e funzionale dei tumori e di una Radioterapia sempre più selettiva e precisa nell’andare a irradiare il bersaglio tumorale risparmiando i tessuti sani circostanti – affermano il Prof. Antonio Cotroneo direttore della Diagnostica dell’Ospedale di Chieti ed il Prof. Domenico Genovesi, direttore della Radioterapia Oncologica del policlinico teatino, presidenti e organizzatori del Convegno –. Ma quando e come utilizzare correttamente uno specifico esame diagnostico o una specifica tecnica radioterapica nei diversi scenari clinici nei quali tumori particolarmente insidiosi quali quelli del Sistema Nervoso e Otorinolaringoiatrici possono presentarsi? Cercheremo di definire i criteri di appropriatezza in termini di  come capitalizzare nel miglior modo possibile le potenzialità straordinarie del moderno imaging”. L’Ospedale di Chieti metterà in campo e confronterà la propria esperienza con i principali Centri nazionali  invitati  in termini di tecniche evolute di Risonanza Magnetica morfologica e funzionale, PET/TC, tecnologie avanzate di Radioterapia Oncologica basata sulle immagini come Radioterapia ad Intensità Modulata e Radioterapia Stereotassica. Del resto, l’investimento tecnologico fortemente voluto dalla ASL Lanciano Vasto Chieti e dall’Università “G. d’Annunzio” è stato davvero imponente in tal senso ponendo il centro teatino all’avanguardia nazionale sia per la Diagnostica sia per la Radioterapia Oncologica. Le attese dell’evento sono pertanto importanti in considerazione della notevole domanda di partecipazione registrata per le due giornate teatine da parte di radiologi, medici nucleari e radioterapisti oncologi provenienti da tutte le parti d’Italia, isole comprese. Questa partecipazione conferma ancora una volta la presenza, credibilità unitamente alla tradizione ormai consolidata  nel tempo degli Istituti di Radiologia e  Radioterapia di Chieti. L’evento è inoltre  particolarmente stimolante per la nostra regione sia per la delicatezza delle due patologie tumorali trattate, che hanno spesso una prognosi infausta, sia proprio per le dotazioni tecnologiche diagnostiche e radioterapiche oggi a disposizione del policlinico teatino. La presenza pertanto di esperti della materia provenienti dai maggiori Centri nazionali quali Perugia, Roma, Bologna, Milano, Campobasso, Bari, Treviso, Modena, Brescia, Cuneo, Firenze, Rieti sarà motivo di confronto per l’ottimizzazione nelle cure anti-cancro. E il Centro di Firenze tratterà in modo particolare gli aspetti tecnologici radioterapici  innovativi nel campo del Medulloblastoma Pediatrico, esempio tipico di tumore solido dei bambini, ambito sul quale il Centro di Radioterapia di Chieti è intenzionato a investire in maniera importante.

ANCORA NESSUN COMMENTO

I commenti sono chiusi