fbpx

Rossetto addio, tutta colpa delle mascherine

Il Covid influenza anche il look, complice l’atmosfera più austera, la movida azzerata e le feste e le cene diradate, le donne hanno meno voglia di truccarsi. A confermarlo una indagine della Nielsen: nei primi 8 mesi dell’anno, le vendite di cosmetici sono calate di circa il 17%.

MANCA LA VOGLIA DI FESTEGGIARE

Con la crisi non c’è voglia di festeggiare né di truccarsi. Del resto le serate al ristorante sono rare, le uscite sono soltanto con poche persone, i matrimoni rinviati o annullati.
I prodotti per il viso, come il fondotinta e le creme sono calate del 10% in queste ultime settimane.

IL ROSSETTO NON SI VEDE E NON SI VENDE

Le vendite di rossetto, impossibile da utilizzare senza sporcare la mascherina che si indossa, sono crollate addirittura del 75% durante il lockdown e da allora prosegue la discesa di un ulteriore 26,4%.

UNA STANGATA DA 300 MILIONI DI EURO

Le mascherine stanno dando al beauty, che in Italia, solo per il make up, valeva un miliardo e mezzo di euro, una mazzata micidiale. Trecento milioni, secondo l’Istat, è la spesa annua delle italiane a supporto del loro sorriso, tra ammorbidenti, pigmenti, oli, riempitivi, acido ialuronico. In versione waterproof, no transfer, long lasting, perché si fa presto a mettersi il rossetto, ma il difficile è farlo durare.

CHURCHILL TOLSE TUTTO, MA NON IL ROSSETTO

Raccontano che quando nel ’40 Winston Churchill ordinò i razionamenti nell’ambito dell’economia di guerra, decise che il lipstick invece non dovesse mai mancare sulle labbra delle donne. Meglio se rosso, perché sosteneva il primo ministro britannico: “Mette buon umore a chi lo indossa e a chi lo vede”.

BOOM DI VENDITE DOPO L’11 SETTEMBRE E IL FALLIMENTO LEHMAN BROTHERS

Dopo il crollo delle Torri gemelle negli Usa gli acquisti di lucidalabbra, gloss e matt schizzarono dell’11%.
Persino dopo il fallimento della Lehman Brothers, dodici anni fa, la voglia di labbra vermiglie spinse su le vendite di oltre il 5%. Ma contro la mascherina non si può combattere.

TIMIDA RIPRESA PER MASCARA, EYE LINER E OMBRETTI

Hanno invece ripreso vigore le vendite di trucco per gli occhi, che restano fuori dalla mascherina: mascara, ombretto e eye liner hanno fatto segnare uno 0,2% in più rispetto all’anno scorso.