fbpx

“SE NON SAI COS’È , ALLORA È JAZZ”

Dopo un’estate di successi di pubblico e grandi nomi del rock e della musica d’autore, è arrivato il momento di “Tener-a-mente Oltre” la rassegna del Festival del Vittoriale dedicata alla musica sperimentale, alla ricerca che non conosce confini di stile o classificazioni di genere. Venerdì 31 luglio, occasione unica in Italia, arrivano dall’Islanda le suggestioni di SKULI SVERRISSON e OSKAR GUDJONSSON, duo di culto che ha collezionato, tra l’altro, una serie di collaborazioni prestigiosissime. Negli anni più recenti direttore musicale di Laurie Anderson, Skuli ha lavorato accanto a leggende del free jazz e vere e proprie icone della musica rock, da Lou Reed a Ryuichi Sakamoto, da Chris Speed ai Blonde RedheadSabato 1 agosto è la volta di HAUSCHKA, uno dei musicisti contemporanei più influenti degli ultimi anni. Specializzato nel “pianoforte preparato”, esplora in maniera estremamente creativa tutte le possibilità dello strumento, inserendo su corde e martelletti vari oggetti e materiali (palline da ping pong, gomma, pezzetti di legno, ecc.), che conferiscono allo strumento anche una valenza percussiva e consentono di ottenere una gamma sonora più vasta. Tra tradizione della ricerca accademicaritmi new-jazz, il risultato è una sorta di elettronica “acustica” di grande impatto. Infine domenica 2 agosto spazio a ARTO LINDSAY, vera e propria icona musicale, sperimentatore, provocatore sonoro, autore e produttore.  Nato negli Stati Uniti e cresciuto nel Brasile degli eclettici anni Settanta e del movimento Tropicalia di Caetano Veloso e Gilberto Gil, Arto si è costruito una reputazione internazionale come artista tanto creativo quanto curioso, collezionando le collaborazioni più disparate, da Brian Eno a Laurie Anderson, da David Byrne a John ZornTutti i concerti, con inizio alle ore 21.15, si svolgeranno al Laghetto delle Danze, all’interno del parco del VittorialeIngresso dalle ore 20.30 con ritrovo alla biglietteria del Festival, da dove il personale accompagnerà il pubblico al Laghetto. Si consiglia l’uso di calzature comode.

Hauschka Arto Lindsay