SICUREZZA STRADALE, PREMIAZIONE DEL CONCORSO COLORA LA SCUOLA

Giornata finale del concorso per la sicurezza stradale Colora la Scuola fra Comune, Aci e Comprensivo 6. Teodoro: “I bambini testimonial delle regole del Codice della strada”

Si svolgerà è svolta la giornata finale del concorso “Colora la scuola”, iniziativa che unisce Polizia Municipale, Comprensivo 6 e Aci di Pescara e dedicata alla Sicurezza stradale che si svolgerà nella scuola di via Scarfoglio. La presentazione dell’esperienza con il sindaco Marco Alessandrini, l’assessore alla Polizia Municipale Gianni Teodoro,il maggiore Domenico Di Matteola vice preside della scuola Rita Fazioe gli agenti e le maestre che hanno portato avanti il progetto. “Sono certo che i bambini sapranno essere i migliori vettori delle buone regole della strada – così il sindaco Marco Alessandrini– Questo progetto resiste, anzi cresce negli anni, ci piace perché ci avvicina ai cittadini di domani e ci aiuta a renderli più informati e responsabili. Grazie a tutti coloro che hanno contribuito, mettendo a disposizione esperienza e competenza e speriamo in tante altre edizioni di questo concorso”. “I bambini sono i soggetti più affidabili per veicolare un messaggio che può salvare vite – così l’assessore Gianni Teodoro– Devo ringraziare la Polizia Municipale che con la disponibilità e l’esperienza ha saputo essere un riferimento importante per la scuola e grazie anche alla scuola, perché attraverso il progetto riesce a fare educazione civica in un momento cruciale dei nostri tempi. I ragazzi si sono divertiti e sapranno mettere in pratica sia da pedoni che da guidatori di auto e moto di domani queste regole, trasmettendole anche ai propri familiari. Il corso non solo illustra che in auto le cinture salvano la vita o che in moto serve il casco, ma anche che bisogna pensare alla sicurezza di tutto il mondo che gravita intorno a una strada, quando la si percorre da pedoni o su ruote”. “Il concorso premierà gli elaborati migliori realizzati dai ragazzi che diventeranno una mostra – così il maggiore Domenico Di Matteo– ci saranno delle dimostrazioni su strada nella zona antistante la scuola e la consegna di gadget che ci aiuteranno a fare passare il messaggio legato alla sicurezza. I bambini hanno collaborato con entusiasmo ed energia, così anche i ragazzi, abbiamo istruito ben 3.000 ragazzi al rispetto delle regole e dei comportamenti salva vita, sempre con grande partecipazione. Grazie all’Aci e alla scuola che ci ha davvero accolti alla grande e che ci vede portare avanti un discorso arrivato proprio da una maestra tre anni fa”. “Una nostra idea di coniugare la sicurezza stradale al valore dello sport è diventato un progetto europeo – così la vice preside Rita Fazio– Il Comprensivo 6 ci ha messo volontà e collaborazione perché i bambini potessero percepire concretamente il valore di comportamenti corretti sulla strada e comprendere quali situazioni possono essere rischiose intorno. Questo cammino li ha responsabilizzati e resi testimoni di buone pratiche”. “Non serve solo il rispetto delle regole – conclude Giampiero Salvatorelli, presidente dell’Aci di Pescara – Le regole dico no come comportarsi, ma bisogna andare oltre, applicarle alla realtà e usare il buonsenso per individuare situazioni pericolose e trovare la giusta soluzione per evitare o limitare i danni. Questo corso risponde a questa esigenza che è educazione civica e stradale insieme e responsabilizza i bambini rendendoli cittadini e automobilisti migliori, grazie al prezioso apporto della Polizia Municipale e della scuola”.

ANCORA NESSUN COMMENTO

I commenti sono chiusi