fbpx

“IL SOGNO DIVENTATO REALTA'”

Il sogno che diventa realtà. Superando meritatamente nei play off prima il Novara e subito dopo il Trapani il Delfino Pescara centra la sesta promozione nella massima divisione della sua storia calcistica. Un miracolo che sembrava svanito solo qualche mese fà dopo aver inanellato una serie di risultati negativi che avevano puntualmente generato malcontenti e recriminazioni di sorta. Invece la squadra ha saputo reagire con tenacia e carattere mettendo in mostra un calcio di pregevole fattura con un magico finalizzatore della manovra che risponde al nome del capocannoniere delle serie B Gianluca Lapadula. Tutto sommato, ripensandoci bene, è stata la vittoria del gruppo che il Presidente Daniele Sebastiani, nonostante tutto, ha saputo costruire pezzo dopo pezzo con un allenatore intelligente e lungimirante come Massimo Oddo che ad appena 40 anni è tra i tecnici più giovani d’Italia. Dopo aver sfiorato di un soffio la promozione l’anno passato, con quella maledetta traversa colpita da Melchiorri nella sfida finale di Bologna che grida ancora vendetta, non era affatto facile ripetersi dopo quello che era successo in società e con una piazza che stentava a riavvicinarsi alla squadra con l’affetto dei bei tempi. La difesa è stato il reparto sotto l’occhio del ciclone soprattutto per le precarie condizioni fisiche di Hugo Campagnaro, il centrocampo si è espresso a corrente alternata ma quando davanti si hanno elementi come Gianluca Caprari e Gianluca Lapadula tutto diventa più facile. I gemelli del gol, come sono stati ribattezzati, sono gli uomini-mercato, come era facile prevedere,con Juve e Napoli su tutti pronti a versare decine di milioni di euro per accaparrarseli da subito, ma farebbe bene la società a studiare attentamente la situazione soprattutto se, memori del recente passato, gli obiettivi non siano quelli di una promozione di passaggio. La Festa Biancazzurra ha visto per le vie della città, e poi nella centralissima Piazza della Repubblica, più di centomila tifosi con sciarpe e bandiere della propria squadra del cuore a testimonianza di un calore e di un affetto fuori dal comune. Il Pescara è la squadra-regione e se sono riuscite a restare in serie “A” città molto più piccole non si capisce perchè non dovrebbe farcela la compagine biancazzurra che, rispetto alle ultime volte, può vantare un parco giocatori di proprietà, conti in rosso sotto controllo ed un bagaglio d’esperienza diverso. Intanto dopo l’ufficiale “rompete le righe” i giocatori e lo staff si godono le meritate vacanze prima del ritiro di Rivisondoli previsto il 10 luglio con Gianluca Lapadula, autore di 30 reti e bomber più prolifico nella storia del club, premiato nella 22° edizione del Premio “Il Miglior Biancazzurro” con 100 bottiglie di birra “Land Bier” e 100 di vino “La Cascina del Colle” dal periodico “Cronache Abruzzesi” e dall’azienda di distribuzione bevande “Fieni’s” di Montesilvano presso la piadineria “La Romagnola”.

ANCORA NESSUN COMMENTO

I commenti sono chiusi