fbpx

STATI GENERALI DELLA MOBILITA’ URBANA

Oggi mercoledì 4 ottobre ore 16.00 – Sala conferenze RFI – Binario 1- Stazione ferroviaria Aree strategiche comunali:

Cosa prevede il progetto del “parco centrale” ovvero l’intervento di riqualificazione delle aree di risulta della ex stazione ferroviaria di Pescara? E’ questo il tema della consultazione pubblica che si terrà mercoledì 4 ottobre alle ore 16,00 nella sala conferenze di Rete Ferrovie Italiane, al primo binario della stazione ferroviaria. “All’interno degli Stati Generali della Mobilità Urbana” segnala Stefano Civitarese Matteucci, Assessore alla mobilità, “questo costituisce il secondo dei cinque incontri previsti dal calendario degli appuntamenti riservati al confronto e alla discussione sulle aree strategiche della città. Mentre sabato 23 settembre scorso è stata presentata l’idea progettuale della nuova cittadella dello sport, questa è la volta dell’area di risulta. Un tempo occupata dai binari della ferrovia adriatica”, ricorda Civitarese ”oggi l’area si presenta come ampio vuoto urbano, di circa 12 ettari, destinato quasi esclusivamente alla sosta di mezzi pubblici e privati. La realizzazione di un grande parco attrezzato (Parco Centrale), la realizzazione di un parcheggio pubblico e la riorganizzazione del terminal degli autobus costituiscono le invarianti del progetto di trasformazione di quest’area, cui potrebbe essere aggiunta la realizzazione di un edificio polifunzionale a vocazione culturale da realizzarsi una volta reperite le risorse necessarie. La trasformazione di tale ambito” aggiunge l’Assessore, “ non potrà prescindere dalla riqualificazione dell’intorno urbano costituito da volumi esistenti e da spazi pubblici. Anche la riqualificazione della retrostante via Ferrari, asse viario strategico di collegamento nord-sud, diventa un’occasione progettuale da coniugare con la pianificazione dell’area di risulta. Il PRG vigente comprende la zona all’interno di un ampio piano particolareggiato e prevede il passaggio al suo interno di un sistema di trasporto pubblico in sede propria. Sulla base di queste indicazioni” conclude Civitarese, “è intenzione dell’Amministrazione costruire il più ampio e condiviso piano di confronto che consenta di restituire ai cittadini di Pescara un’area di rilevante valore strategico per il futuro di tutta la città”.

ANCORA NESSUN COMMENTO

I commenti sono chiusi