fbpx

The Voice Senior, l’Abruzzo vola in finale con Marcella

Successo della concorrente abruzzese al talent show di Rai 1. Venerdì prossimo la finalissima

Il sogno di Marcella Di Pasquale si è già avverato, indipendentemente da come andrà la finalissima di venerdì prossimo a The Voice Senior, il talent Rai condotto da Antonella Clerici che, nella sua seconda edizione, ha scoperto una voce poderosa, originale e dalla timbrica unica, quella di Marcella Di Pasquale, parrucchiera 64enne originaria di Chieti e residente a Torrevecchia Teatina. Capelli multicolor e look eccentrico, la cantante ha conquistato sin dall’inizio, con un brano di Lucio Battisti, il rapper Clementino che l’ha voluta nella sua squadra.
Il talento e la simpatia della sfidante abruzzese hanno fatto superare a Marcella tutte le fasi preliminari e ieri sera, intonando “La casa del sole” dei Los Marcellos rivisitata dai Pooh, la cantante ha ribadito prepotentemente la sua abilità canora aggiudicandosi la finale di venerdì prossimo. Un trionfo che sa di rivincita quello della nuova stella del programma di Rai 1 che, al contrario di altri concorrenti, non ha un vero passato da artista professionista. Nella sua vita lavorativa
solo spazzole, phon e qualche serata di piano bar. Cinque anni fa la Di Pasquale si è aggiudicata il premio della critica nella finale del Festival della Melodia, la competizione canora itinerante del patron Paolo Minnucci. Marcella non ha mai puntato sulla musica come scelta definita di vita, dissuasa dalle parole del marito “Ca’ di fa, dova vi?” riportate fedelmente in diretta dalla concorrente alla Clerici e diventate subito virali come tutte le sue performance dal vivo.

Nella finale di venerdì prossimo della trasmissione,ci sarà anche un “contributo”di Pescara poiché un altro finalista del team di Clememtino e’ Russell, ovvero il ballerino- coreografo “Russell Russell” che negli anni ‘80 e ‘90 impazzava con i suoi balletti nei programmi Rai ed insegnava in una scuola di danza di successo nel centro della città, gestita dall’imprenditrice Rosanna Paolini.

di Mila Cantagallo