TORNA A PESCARA “L’INDIE ROCKET FESTIVAL 2015”

Non una storia di facili successi. Giunto alla XII edizione, torna a Pescara dal 26 al 28 giugno 2015 l’IndieRocket festival, incontro di musica e cultura indipendente nato dalla volontà e dall’energia di un gruppo sempre più ampio di ragazzi e ragazze provenienti dalle quattro provincie abruzzesi, una sorta di famiglia allargata i cui membri condividono l’intento di colmare il vuoto della proposta musicale della regione. Un desiderio di stimolare partecipazione che ha superato nel tempo immani difficoltà in ambito istituzionale ed economico, in un atto di fiera resistenza che si configura come una vera e propria dichiarazione d’amore e fiducia riposta nelle potenzialità del territorio e che passa attraverso eventi che si muovono nel panorama musicale internazionale e delle arti ad esse connesse (street e video arte, cinema etc), a cui hanno dato voce e risonanza, con il proprio sostegno in fase progettuale e divulgativa, le più interessanti realtà underground nazionali ed europee. Dopo aver ospitato nelle edizioni passate artisti di rilievo come Gang of Four, Archie Bronson Outfit, Josh T Pearson,  e aver dato spazio a realtà italiane in grado di emergere in ambito internazionale, gli appuntamenti 2015 si svilupperanno in una tre giorni tematica, con una line up studiata, concepita e suddivisa in percorsi musicali, dei viaggi sonori ideali proposti: venerdì 26 giugno, con le nuove tendenze della psichedelia internazionale, tra kraut rock, shoegaze, pop e incursioni surf; sabato 27 giugno, le eccellenze della scena elettronica italiana, e dance “analogica”; per concludere domenica 28 giugno, contaminazione in ambito europeo tra elettronica e world music con incursioni nel mondo del jazz, dell’hip hop e della psichedelia. In attesa di scoprire la line up completa, vengono finalmente annunciati gli headliner del festival. venerdì 26 giugno:  Zombie Zombie (Francia): viaggi psichedelici e sperimentazioni elettroniche in debito con l’immaginario cinematografico di John Carpenter. Per la prima volta in Italia in formazione in trio. Unica data italiana.  Sabato 27 giugno:  Elekto Guzzi (Austria): techno suonata con strumenti analogici tradizionali. Chitarra, basso e batteria che generano beat assassini, in una performance visionaria che mostra e accomapgna la nascista di ogni singolo suono.  Domenica 28 giugno:  Débruit (Francia): Progetto del produttore e musicista Xavier Thomas, che presenterà l’album “Outside the line” in uscita a giugno, sonorizzazione di paesaggi immaginari in cui antichi scenari africani si uniscono a scorci di una New York anni 80.  Unica data italiana Contestualmente a questi primi annunci, è stata lanciata una campagna di crowdfunding a sostegno del festival sul sito: https://www.produzionidalbasso.com/

unnamed

ANCORA NESSUN COMMENTO

I commenti sono chiusi