fbpx

TORNARECCIO REGINA DI MIELE 2016

Prodotti di qualità anche quest’anno  in occasione di “Tornareccio Regina di Miele 2016 “, la rassegna in programma sabato 24 e domenica 25 settembre.
Stand, incontri, degustazioni e spettacoli nella rassegna dedicata alle bontà dell’alveare e ai prodotti tipici del territorio . Parliamo di “Tornareccio Regina di Miele 2016″ in programma nel paese della provincia di Chieti  sabato 24 e domenica 25 settembre. Nei concorsi nazionali di Montalcino e Castel San Pietro Terme, quest’anno sono stati assegnati ben venti premi ai produttori tornarecciani. L’evento è promosso dal Comune con il patrocinio delle città del miele, e in partnership con Regione Abruzzo, Bcc Sangro teatina e Confartigianato Chieti.

Nel presentare la manifestazione gli organizzatori ricordano che ” ad accogliere gli appassionati ci saranno mieli d’annata delle varietà uniflorali , agrumi, girasole, acacia, castagno, coriandolo, ciliegio, sulla, solo per citare i principali e millefiori. Il percorso del gusto non trascurerà tutte le possibili declinazioni del miele come gli abbinamenti con frutta secca, formaggi, peperoncino, spezie, crema di nocciole, infusi, liquori, torroni, cioccolatini, gelati, caramelle. Ospite d’onore Federico Anzellotti, pasticciere e presidente nazionale Confederazione Pasticceri Italiani che domenica alle 17 terrà una “lectio magistralis” sul tema “Il miele in cucina: il Re della Pasticceria”. Tre gli incontri dedicati alla scoperta degli altri prodotti dell’alveare: pappa reale, propoli e polline. Valeria Malandra, esperta di apicoltura, condurrà il pubblico alla loro conoscenza, alla loro produzione e al loro uso “.

L’assessore regionale all’agricoltura Dino Pepe afferma che “I numeri dell’apicoltura abruzzese sono importanti: 691 apicoltori con 42.132 alveari, una produzione pari a circa 900 tonnellate annue, di cui il 79% per il mercato e il 21% per autoconsumo, e un giro di affari di circa 5 milioni di euro. In tutto questo, Tornareccio ha un ruolo di primo piano, e regina di miele è un evento di portata nazionale, non solo perché è in grado di far conoscere il miele ad un pubblico ampio ma pure perché trascina anche altri portatori di interesse, come piccoli produttori ed altre eccellenze della nostra agricoltura”.

ANCORA NESSUN COMMENTO

I commenti sono chiusi