fbpx

UN PONTE NUOVO PER PESCARA

La giunta comunale di Pescara ha dato il via libera al progetto esecutivo del Ponte nuovo, il cui progetto preliminare risale al 2008, e nel giro di 7-10 giorni ci sarà la consegna dei lavori, che prenderanno il via concretamente. L’impresa avrà 420 giorni di tempo. L’importo dell’appalto è di 9 milioni e 962mila euro, a fronte di un costo complessivo dell’opera pari a 13,1 milioni. A fare il punto della situazione sono stati oggi il sindaco ed il vicesindaco, Marco Alessandrini ed Enzo Del Vecchio, affiancati dai componenti la giunta e dal Responsabile unico del procedimento, Giuliano Rossi. «Finalmente, con l’approvazione del progetto esecutivo da parte della giunta, lo scorso 26 febbraio – ha detto il sindaco – giunge a conclusione una lunga e complessa partita. La nuova opera rappresenterà una vera e propria trasformazione per la città. Dall’asse attrezzato si potrà accedere direttamente alle aree di risulta e questo migliorerà le abitudini quotidiane dei pescaresi. Inizia una fase nuova per i cittadini e per la viabilità di Pescara». Il ponte, lungo 86 metri e largo 28, collegherà le sponde del Pescara all’altezza della terminazione orientale di via Aterno e di quella di via Valle Roveto. La struttura sarà a doppio senso di marcia, con due corsie per ogni senso. La viabilità esistente sarà collegata al ponte tramite due rotatorie. L’infrastruttura sarà a tipologia “strallata”, con un’unica antenna su cui saranno installati pannelli fotovoltaici. Del Vecchio ha ricordato le «diverse criticità incontrate» ed ha sottolineato che «risolvere tutti questi problemi ha comportato anche una modifica dell’importo economico del progetto», le cui risorse derivano anche dai fondi Fas e da una convenzione con l’Anas che, una volta realizzata l’opera, si occuperà della gestione. Durante i lavori, l’ingresso e l’uscita dall’asse attrezzato saranno garantiti.