fbpx

Regata Dannunziana domenica a Pescara

La competizione si inserisce nella settimana di eventi dedicati al poeta vate

“Io l’onda in misura conduco”, così scrive Gabriele d’Annunzio nella poesia Undulna (L’onda), inserita
nella sua raccolta di liriche Alcyone datate 1903. Cento versi in un’unica strofa nella quale il Poeta rievoca il
suono e il ritmo delle onde, ricreando quasi una melodia. E sono queste le  parole adottate come motto della
seconda edizione della “Dannunziana”, appuntamento velico che rientra nella settimana di celebrazione
dedicata al Vate organizzata dalla presidenza del Consiglio regionale con il supporto del Comune di
Pescara.
La veleggiata “Dannunziana” fa parte del calendario delle iniziative sportive del Circolo Nautico
Pescara (Cnp2018) ed è in programma domenica 4 settembre. A pochi giorni dalla partenza sono circa
40 le imbarcazioni di vela d’altura iscritte che si misureranno nel classico percorso in mare tra il centro di
Pescara e la Stele dannunziana. Ma con una novità: la partenza e il traguardo quest’anno sono previste al
largo della Nave di Cascella, in modo che le barche con le loro vele colorate siano ben visibili dalla
spiaggia dove si potrà seguire la regata.
Dopo lo start alle ore 11 le imbarcazioni faranno rotta verso sud e poi ritorno di nuovo al traverso di
Largo Mediterraneo. Un percorso a triangolo di circa 3 miglia da ripetere due volte (6 miglia in tutto) e
che vede la Stele come punto di riferimento per un inchino culturale ideale a D’Annunzio.
Le imbarcazioni partecipanti, tutte tra i 9 e i 15 metri, provengono da Ortona, Vasto, Giulianova, Roseto e da Pescara. Il rientro al Marina è previsto per le ore 15 con premiazione alle ore 17.