fbpx

WiBIM: presentato l’Executive Master per l’innovazione nel management del vino per apportare crescita imprenditoriale e nuovi strumenti manageriali

Le sfide odierne per un’azienda vitivinicola sono sempre più complesse. Le grandi trasformazioni dei mercati indotte da radicali cambiamenti sociali, culturali, ambientali, innovativi, produttivi e di prodotto implicano una inevitabile riorganizzazione attraverso un continuo miglioramento della capacità imprenditoriale e manageriale.

Con la consapevolezza della necessità di offrire un percorso formativo a misura delle richieste delle imprese, concreto, esperienziale, capace di dare risposte adeguate in tempi brevi e attraverso strumenti innovativi (digitali in primis) è nato il nuovo Executive Master WiBIM – Wine Business Innovation Management, che è stato presentato oggi 25 febbraio con una conferenza stampa digitale molto partecipata.

“Stoà, tra le Business School di eccellenza in Italia, socio fondatore di ASFOR, 35 anni di esperienza nell’Alta Formazione per laureati, imprese ed organizzazioni, un network di oltre 2600 Diplomati Master, 9000 imprenditori, manager, dirigenti, tecnici, professionisti formati, partnership storica con Atenei di eccellenza, un legame forte con la realtà del mercato e della produzione, lancia questo Executive Master che ha il patrocinio prestigioso del Dipartimento di Agraria dell’Università degli Studi di Napoli Federico II ed è frutto della collaborazione con GruppoFormazione, primaria realtà della formazione, e WinePeople, società HR che si occupa di ricerca, selezione e formazione nel settore vitivinicolo” ha spiegato Enrico Cardillo, direttore generale di Stoà – Istituto di Studi per la Direzione e Gestione d’Impresa.

“Il Master, in modalità digital, ha posti limitati ed è pensato per rispondere alle esigenze concrete delle aziende e dei partecipanti che sanno quanto il settore vitivinicolo, da anni, cresce e deve misurarsi, continuamente, con il riposizionamento sugli scenari di mercato nazionale ed internazionale. Le parole chiave alla base del progetto WiBIM sono quelle che servono alle aziende vitivinicole oggi per consolidarsi e crescere sul mercato: crescita, competenze manageriali ed innovazione” ha concluso Cardillo.

Questo Master gode del patrocinio del Dipartimento di Agraria dell’Università degli Studi di Napoli Federico II e dunque di un supporto accademico altamente qualificato che ha rinnovato anche in questa sede l’importanza di puntare sulla formazione.

“Credo che questa iniziativa possa costituire un valido supporto formativo per le aziende del settore. La formazione deve essere indirizzata ad istruire sulle capacità e le possibilità di reagire ai cambiamenti nel settore enologico che vanno dalle più semplici variazioni di mercato fino agli adattamenti a situazioni contingenti come quella di emergenza che viviamo, oppure di più ampio raggio, come la sfida delle nostre produzioni in risposta ai cambiamenti climatici”

ha sottolineato Danilo Ercolini, direttore del Dipartimento di Agraria dell’Università degli Studi di Napoli Federico II.

“Oggi un valido percorso formativo si fonda su una solida impostazione pragmatica e su un supporto alle competenze manageriali di base” ha spiegato Lavinia Furlani, presidente di Wine Meridian e co-fondatrice di WinePeople, partner formativo del Master. “Il corso, che avrà una durata complessiva di 180 ore, è strutturato in 8 moduli altamente operativi con la presenza di docenti di calibro nazionale ed internazionale, che porteranno le loro esperienze sul campo, e degli ultimi dati e analisi di mercato. I temi saranno i seguenti: Wine Management; Il marketing del vino; La comunicazione del vino; L’internazionalizzazione; Enoturismo e Marketing territoriale; La vendita del vino: hard e soft skills; Elementi di amministrazione; Innovare il business del vino”.

“L’Executive Master WiBIM prevede una quota di iscrizione che, ricorrendone le condizioni, potrà essere interamente o parzialmente finanziata attraverso i Fondi Interprofessionali (Fondimpresa, Fondirigenti, Forte, Foragri…)” ha detto Norma Pecoraro, fondatrice e amministratrice unica di GruppoFormazione. “Con gli strumenti a disposizione oggi possiamo aiutare le aziende interessate a trovare una forma di partecipazione agevolata, anche in presenza di più iscritti della stessa realtà”.

Per le aziende che iscrivono più partecipanti è prevista una agevolazione del 10% di sconto sul secondo iscritto e del 20% sul terzo iscritto della stessa azienda.

Nel caso di Consorzi, Cooperative o Associazioni che vogliano proporre il master come un valore aggiunto ai loro associati a partire da un minimo di 4 iscritti da loro conferiti, la quota di iscrizione sarà per tutti scontata del 10% e dal decimo iscritto in poi del 20%.

Il Master infine si avvale di un Main Sponsor che è tra i principali attori del mercato di prodotti enologici e nell’assistenza tecnica: Enartis.

“Per noi essere sponsor di questo Master è una grande opportunità perché condividiamo l’intento di apportare miglioramento nella filiera vitivinicola. Dal nostro osservatorio, innovazione e formazione sono voci molto importanti in un bilancio aziendale e per questo abbiamo scelto di supportare con un segnale attivo questo Master donando una borsa di studio per un talento che vi parteciperà”

 

ha concluso Salvatore Giardiniere, area manager Enartis Sud Italia.

OPEN DAY:
L’Executive Master WiBIM verrà presentato a tutti gli interessati il 3 marzo 2021 alle ore 15 in versione digital al seguente link:

https://go.skymeeting.net/register/winemeridian/opendayWiBiM