Chieti, sconfitta che sa di resa

Chieti Calcio: Sconfitta che Sa di Resa – Analisi del Match

Esplora la sconfitta amara del Chieti nel calcio contro l’Atletico Ascoli, una partita che trasmette sensazioni di resa fin dai primi minuti. Gennaro Iezzo, allenatore della squadra, riflette sulle sfide di riconversione affrontate durante il match e guarda alle prossime sfide.

La Folla Abbandona: Chieti Non Trova la Via e i Tifosi Si Allontanano

L’immagine che meglio racchiude il momento è quella della Curva Volpi che si svuota prima del fischio finale. Il Chieti non c’è e i tifosi abbandonano. I neroverdi sono stati capaci di subire due gol in venti minuti. È arrivata una sconfitta nel recupero contro l’Atletico Ascoli all’Angelini. Uno 0-2 che non ammette repliche.

Il Chieti non c’è e i tifosi abbandonano

Il Chieti si Ripresenta al 22′ – Una Partita Decisa Prima della Fine del Primo Tempo

Si è ripartiti dal 22’. Partita già decisa nel corso della prima frazione di gara, con le reti di Olivieri al 28’ e di Traini al 45’. Nel secondo tempo due reti annullate al Chieti per fuorigioco e nulla più. Una sconfitta che sa di resa. Soprattutto se si considera che il divario dal Campobasso capolista è di nove lunghezze.

Gennaro Iezzo Riflette sulle Sfide di Riconversione: Tempo Necessario per Cambiare

L’impressione è che per mettere in pratica il tipo di calcio che ha in mente Gennaro Iezzo serva tempo. Non è facile riconvertire una squadra che aveva giocato in maniera completamente diversa alla costruzione dal basso. Iezzo non si nasconde: “Ci sono squadre più attrezzate di noi. Dobbiamo sopperire a questa mancanza attraverso un gioco, una mentalità che non è sicuramente quella che abbiamo messo in campo oggi. Non mi è piaciuto l’approccio”.

E domenica altro impegno casalingo. All’Angelini arriva il Roma City. Una sfida che si preannuncia delicatissima. E il clima non sarà di certo dei migliori.

di Daniele Rossi

Foto: Chieti calcio; Associazione “Oltre il centenario”